Consigli PRE e POST installazione di Windows 10

Questo articolo si propone per aiutare gli utenti nelle fasi delicate di PRE e POST installazione del nuovo sistema operativo Microsoft ovvero Windows 10....

Come usare POKEMON Go in sicurezza

Pokemon GO: un gioco che sta macinando record su record, ha raggiunto i 50 milioni di download nei primi 19 giorni dal lancio (avvenuto il 5 luglio) fino ad arrivare alla soglia dei 75 milioni di download ad oggi, dopo aver superato abbondantemente Clash Royale, famoso gioco di SuperCell. Oltre a questo, comunque, la situazione sta sfuggendo di mano, infatti il gioco viene usato assiduamente da adolescenti i quali sembra che si concentrino così tanto sul gioco da non accorgersi di ciò che accade intorno...

Windows 10 Anniversary Update: Guida, novità e soluzioni

Dalla giornata del 2 agosto è disponibile il tanto atteso aggiornamento di Windows 10, denominato Anniversary Update, il quale promette di implementare moltissime migliorie sia estetiche che funzionali al sistema operativo Microsoft...

Le principali risorse Utili della MS Community

Nella Microsoft Community ci sono veramente numerosi articoli e risorse molto utili per chi utilizza quotidianamente il proprio computer, partendo da Windows XP a Windows 10. Di seguito, un elenco delle risorse più seguite e ritenute utili dagli utenti italiani...

Smart Tv e Skynet: Siamo sorvegliati?

Non sto raccontando la trama di un film fantascientifico, non c'è nessuna macchina senziente che vuole distruggere l'umanità...(almeno per ora), sto per spiegare, o almeno provarci, le conseguenze che può avere tutta la tecnologia e come può essere utilizzata oggi, anzi come E' utilizzata oggi...

mercoledì 31 agosto 2016

Utilizzo del comando SLMGR.VBS per determinare il tipo di licenza in uso nel sistema

Il comando SLMGR.VBS è uno strumento fondamentale per interagire con la licenza installata nel proprio computer, in modo da ottenere dettagli riguardanti il tipo di licenza in uso. Nello specifico questo strumento consente di:
  1. Installare un codice PRODUCT KEY tramite il suffisso IPK Esempio: SLMGR.VBS /IPK "TuoProductkey"
  2. Attivare il PRODUCT KEY nel sistema operativo tramite il suffisso ATO Esempio: SLMGR.VBS /ATO
  3. Visualizzare la data di scadenza della licenza corrente tramite il suffisso XPR Esempio: SLMGR.VBS /XPR
  4. Cancellare le informazioni riguardanti il nostro product key, come difesa da eventuali attacchi e conseguente diffusione del PK, questo tramite il suffisso CPKI Esempio: SLMGR.VBS /CPKI
  5. Reimpostare o resettare lo stato di licenza del computer tramite il suffisso REARM Esempio: SLMGR.VBS /REARM
Tutti questi suffissi vengono esaminati già in un altro articolo del collega MVP Luigi Bruno Utilizzare il Windows Software Licensing Tool - Microsoft Community
Per determinare il tipo di licenza in uso, invece, possiamo usare questo comando
Immagine
Ovvero SLMGR.VBS /DLI
Le risposte potranno essere di TRE tipi, ovvero:
RETAIL CHANNEL: Licenza solitamente acquistata presso un rivenditore o tramite lo store ufficiale di Microsoft, in generale questa licenza può essere trasferita in un altro PC, salvo eccezioni. 
OEM CHANNEL: Licenza preinstalla dal produttore nel computer, diventando parte integrante dello stesso.Non può esser rivenduta o riutilizza in un altro computer. Le licenze OEM in uso in Windows 8 e Windows 10 si trovano all'interno dell'UEFI. 
VOLUME MAK CHANNEL: Licenza in uso presso grandi aziende,solitamente in uso in ambito Educativo, Istituzionale e lavorativo. Vengono gestite internamente e consentono l'attivazione multipla tramite un PK VLK (Volume License Key) Non verrà approfondita in questo articolo, visto l'uso principalmente professionale. 
Una volta capito che tipo di licenza abbiamo, sappiamo a chi richiedere supporto, infatti per il RETAIL CHANNEL il supporto è dato direttamente da Microsoft, per il supporto OEM CHANNEL il supporto è dato direttamente dal produttore OEM del notebook o del pc fisso. 
Per leggere i termini d'uso della propria licenza eseguire una ricerca da qui: Microsoft License Terms

Google introduce la ricerca In App

Un breve post per una funzionalità attesa da tempo nel mondo Android, infatti VentureBeat.com ci informa che Google ha introdotto la ricerca In App direttamente nei dispositivi Android tramite la normale ricerca Google.



Questo per ora limitato ad alcune App come Spotify, Email o Messaggi: in futuro sarà sicuramente esteso a molte altre App come Facebook, Evernote, Box ecc

Se non avete ancora ricevuto l'aggiornamento o non lo visualizzate, basterà attendere: sarà disponibile per tutti i dispositivi Android.

Fonte: Google debuts In Apps search, a feature to find content across your Android apps | VentureBeat | Business | by Paul Sawers

martedì 30 agosto 2016

Come Disabilitare o Abilitare il download dei driver tramite Windows Update

Con il rilascio di Windows 10 il processo di aggiornamento tramite Windows Update è stato automatizzato, diminuendo drasticamente le possibilità di interazione con esso: questo ha portato molti vantaggi ma anche alcuni svantaggi, come ad esempio l'aggiornamento automatico dei driver tramite windows update, cosa che in alcuni casi potrebbe provocare dei "problemi".


Questo articolo si propone di suggerire un metodo per disabilitare o abilitare l'aggiornamento automatico dei driver.
Avviso L'errata modifica del Registro di sistema tramite l'editor o un altro metodo può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente. Prima di procedere a modifiche del registro si consiglia di effettuare un salvataggio delle chiavi interessate, come indicato in: Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows
Come Disabilitare l'aggiornamento automatico dei driver
Per fare questo è opportuno creare e modificare una chiave di registro, operazione molto delicata consigliata comunque a personale esperto e cosciente di quello che sta facendo.
WIN + R > digita "notepad" e dare invio > ora copiare le istruzioni di seguito
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate]
"ExcludeWUDriversInQualityUpdate"=dword:00000001

Salvare i file come tipologia TUTTI  I FILE > dare il nome "Disabilitare_Driver_WU.reg" diamo invio, al termine aggiungere le informazioni al registro facendo doppio click sul file  stesso. 
PRIMA di questo creare un punto di ripristino del sistema:
WIN + R > digitare "sysdm.cpl" e dare invio > ora dalla scheda Protezione Sistema scegliere CREA > diamo un nome e una data al punto di ripristino
Come abilitare l'aggiornamento automatico dei driver
Per fare questo è opportuno creare e modificare una chiave di registro, operazione molto delicata consigliata comunque a personale esperto e cosciente di quello che sta facendo.
WIN + R > digita "notepad" e dare invio > ora copiare le istruzioni di seguito
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Policies\Microsoft\Windows\WindowsUpdate]
"ExcludeWUDriversInQualityUpdate"=-

Salvare i file come tipologia TUTTI  I FILE > dare il nome "Abilitare_Driver_WU.reg" diamo invio, al termine aggiungere le informazioni al registro facendo doppio click sul file  stesso. 
PRIMA di questo creare un punto di ripristino del sistema:
WIN + R > digitare "sysdm.cpl" e dare invio > ora dalla scheda Protezione Sistema scegliere CREA > diamo un nome e una data al punto di ripristino
Avviso L'errata modifica del Registro di sistema tramite l'editor o un altro metodo può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente. Prima di procedere a modifiche del registro si consiglia di effettuare un salvataggio delle chiavi interessate, come indicato in: Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows

Rilasciato aggiornamento firmware dedicato a risolvere il problema energetico per il Surface Pro 3

Come avevamo già parlato in un precedente post (In arrivo FIX per risoluzione problema consumo energetico Surface Pro 3 ~ L'angolo di Windows e di Arduino) Microsoft ha rilasciato una comunicazione, tramite la Microsoft Community inglese, con la quale ci informa di questo importante aggiornamento, aspettato da tantissimi utenti del Surface Pro 3. 



Il Moderatore Microsoft Mathew [MSFT] scrive:

Hello everyone,Thanks for your continued patience here. We have now completed our testing of the update and it has passed our quality assurance process.The update, “System Firmware Update - 8/29/2016”, is now available to install from Windows Update.Before installing this update, ensure that your Surface Pro 3 is plugged directly in to AC power using the standard AC power adapter (do not use the Surface Docking Station), disconnect any USB devices or external monitors, and check that Windows shows a 40% charge or greater when you hover over the icon in the taskbar before you begin.Once you install the update, please select Restart now (do not shutdown). After your Surface restarts, please manually restart it a second time to complete the process. For more information, please see our Surface Pro 3 Battery FAQ article.Thanks again.Mathew

Quindi, se siete in possesso di un Surface Pro 3, basterà recarsi in Impostazioni > aggiornamento e sicurezza e scaricare il system firmware update dedicato.  

Attenzione: versione di KMSPico infetta da ransomware

BleeppingComputer ci informa che una versione del noto crack per windows è stata modificata ed installa un ransomware della famiglia  Domino, il quale cripta TUTTO il contenuto del disco.



La versione incriminata non risulta essere quella ufficiale, bensì una versione scaricabile da siti terzi, quindi prestate più che la solita attenzione.

Questo conferma come sia pericoloso e NON consigliato scaricare ed utilizzare software di questo tipo, i quali risultano spesso veicolo di malware, spyware e ransomware.

Per recuperare i nostri dati, in caso di infezione, potrà esser necessario usare un software Brute-Force, il quale potrà recuperare la chiave di decriptazione e quindi permetterci di accedere nuovamente ai nostri dati, lo strumento è disponibile partendo da qui




Rimozione sicura: come sbloccare un'unità bloccata


Quante volte abbiamo visto questo messaggio? Magari cercando di eseguire la rimozione sicura di un hard disk esterno o di una chiavetta. Questa funzionalità serve per assicurare al sistema che non vi siano operazioni di scrittura in corso: infatti molto spesso, in caso di file molto grandi, la scrittura ed il salvataggio del file viene eseguito in più passaggi.

Inoltre, molto spesso il contenuto della chiavetta viene indicizzato dal sistema, rendendola quindi bloccata ed in uso dal sistema spesso.

In questi casi viene in aiuto uno strumento molto utile, che si chiama LockHunter: questo software analizza il disco (o la cartella) per verificare quali processi la bloccano, rendendo possibile lo sblocco dello stesso.




Dopo aver sbloccato la chiavetta o l'hard disk, potremmo usare rimozione sicura per poterla espellere.

sabato 27 agosto 2016

Sconti fra 50 e 85% su GOG.com

Cliccando qui sarà possibile scorrere la lista completa dei videogiochi super-scontati da GOG.com. Sconti minimi del 50%, per arrivare fino l’85%.
Ecco alcuni titoli che potreste valutare:
  • La serie Jagged Alliance
  • La serie Tropico
  • Colonization, Sid Meier’s
  • La serie Two Worlds
  • La serie Flatout
  • Dream Pinball 3D
E molti altri titoli. Alcuni sono videogiochi risalenti a 30 anni fa, altri sono più recenti.
L’offerta scadrà il 30 agosto, pertanto affrettatevi!

giovedì 25 agosto 2016

Scorciatorie da tastiera per Microsoft Edge

Da ormai qualche tempo MS edge ha fatto il suo debutto in Windows 10 raccogliendo molti consensi, fino ad arrivare ad oggi, con il rilascio di una versione molto più stabile del browser, ora compatibile anche con componenti aggiuntivi.


Per chi usa questo browser ogni giorno potrà esser utile conoscere delle scorciatoie raggiungibili con la tastiera, per facilitare il proprio lavoro.

Le scorciatoie sono le seguenti:


Ctrl + D
Aggiunge sito corrente ai preferiti o all’elenco di lettura

Ctrl + E
Specifica esplicitamente che ciò che si sta digitando nella barra degli indirizzi sono i termini di una ricerca

Ctrl + F
Trova nella pagina

Ctrl + H
Apre il pannello cronologia

Ctrl + I
Apre il pannello dei preferiti

Ctrl + J
Apre il pannello dei download

Ctrl + K
Duplica scheda corrente

Ctrl + L o F4 o Alt + D
Seleziona la barra degli indirizzi

Ctrl + N
Apre una nuova finestra

Ctrl + P
Stampa la pagina corrente

Ctrl + R o F5
Aggiorna la pagina

Ctrl + T
Apre una nuova scheda

Ctrl + W
Chiude la scheda corrente

Ctrl + Maiusc + P
Apre una nuova finestra in modalità InPrivate (navigazione anonima)

Ctrl + Maiusc + R
Avvia la modalità lettura per la scheda corrente

Ctrl +1, 2, 3, …, 8
Passa al numero di scheda specificato

Ctrl + 9
Passa all’ultima scheda

Ctrl + segno più (+)
Zoom in (a passi del 25%)

Ctrl + segno meno (-)
Zoom indietro (a passi del 25%)

Ctrl + 0
Ripristina il livello di zoom originario

Backspace o Alt + Freccia Sinistra
Indietro

Alt + Freccia destra
Avanti

Esc
Interrompe il caricamento della pagina

Ctrl + clic
Apri il link in una nuova scheda

Ctrl + Tab
Passa alla scheda successiva

Ctrl + Maiusc + Tab
Passa alla scheda precedente

Ctrl + Maiusc + click
Apre il link in una nuova scheda e passa a quella scheda

Alt + Maiusc + clic
Apri il link in una nuova finestra

No More Ransom! Progetto Kaspersky

Un utile sito per i malcapitati che si trovano nella situazione di esser infetti da un ransomware:

Nomoreransom.org si propone di aiutare questi utenti a trovare una soluzione ed aiuta a prevenire che queste avvengano.


Se siete infetti, potete controllare la disponibilità di uno strumento di decriptazione, inserendo due file criptati nella pagina seguente

Crypto Sheriff — The No More Ransom Project

Per ora il sito è in lingua inglese, confidiamo che possa esser tradotto per il bene di tutti. Nelle altre sezioni troviamo Ransomware Question & Answers, Metodi di Prevenzione, Strumenti di Decriptazione e la possibilità di riportare il nostro caso alle autorità.

Molti di questi argomenti sono già stati trattati nel nostro blog, in particolari i metodi di prevenzione che riporto per praticità:

In ambito consumer il discorso è più limitato, rispetto ad un ambiente aziendale; ad ogni modo gli accorgimenti da tenere in considerazione sono i seguenti:
  • mantenere i sistemi operativi aggiornati, utilizzando come di consueto Windows Update 
  • mantenere i software in uso nel sistema aggiornati, ad esempio i componenti Java, Flash Player e simili. Questi molto spesso possono esporre il fianco a vulnerabilità di sicurezza 
  • accedere al sistema con un utente di bassi privilegi (utente standard). Troppo spesso vengono utilizzati per la navigazione quotidiana account administrator o con privilegi avanzati 
  • utilizzare password forti, rispettando i requisiti di complessità (vedere qui)
  • eseguire delle scansioni antivirus regolari del sistema
  • non aprire email con strani oggetti ed in particolare se con allegati come PDF, ZIP, JPG e simili. Molto spesso ci si accorge che sono mail dall'italiano stentato, ma attenzione: ultimamente sono migliorate molto e possono indurre in errore. Se abbiamo dei dubbi in merito, NON apriamo la mail o l'allegato, bensì contattiamo il provider o il servizio interessato tramite il loro servizio clienti telefonico.
  • eseguire dei salvataggi regolari dei propri dati importanti, ivi compreso un immagine completa del sistema, e mantenere questi salvataggi offline, quindi staccati dalla rete. 

Articoli completi inerenti l'argomento:
Strumenti disponibili, fino ad oggi, per il recupero dei file infetti dai Cryptolockers (Aggiornato al 25 Luglio 2016) ~ L'angolo di Windows e di Arduino

Ransomware e i BitCoin: considerazioni, dati e prevenzione

Ransomware WildFire Locker decriptato: disponibile strumento di recupero file

Grazie ad una operazione della divisione tedesca High Tech Unit, è stato possibile accedere ai server command & control del malware, rendendo possibile la creazione di uno strumento di de-criptazione dati, sviluppato da Mcafee e Kaspersky.



Quindi, anche in questo caso, la lotta contro i ransomware continua: questo in particolare colpiva principalmente utenti Olandesi e Tedeschi.  Il funzionamento di questo ransomware è quello comune a molti suoi simili: richiesta di riscatto di $ 300 entro 8 giorni, dopo tale termine la richiesta raddoppiava.

Gli strumenti di recupero sono disponibili a questi indirizzi:

Kaspersky's WildFire Decryptor
McAfee's WildFire Decryptor

Fonte: Free Wildfire ransomware decryption tool |

mercoledì 24 agosto 2016

Playstation NOW in arrivo su PC in Europa

Una novità da tempo attesa, visto che va a concorrere con la modalità attualmente presente in Windows 10, ovvero il Game Streaming.



Con questo software, che da domani sarà rilasciato nel Regno Unito, Belgio ed Olanda, si potrà giocare con i titoli PS nel nostro PC, ovviamente per chi è iscritto ed è in possesso di una console Sony.

I requisiti minimi, oltre ad una buona connessione ADSL (almeno 5 mb) sono i seguenti:


  • S.O. Windows 7 (SP1), 8.1 o Windows 10
  • CPU Intel Core I3 a 3,5 Ghz o AMD A10 a 3.8 Ghz
  • 300 MB di spazio e minimo 2 GB di RAM


I giochi disponibili saranno oltre 400, titoli PS3 e PS4. Ulteriori info nel sito ufficiale:

PlayStation Now – PS Now Subscription for PS3 Games

Appena saranno disponibili dei video dimostrativi sarà aggiornato questo post.

martedì 23 agosto 2016

50° anniversario di Star Trek


« Spazio, ultima frontiera. Eccovi i viaggi dell'astronave Enterprise durante la sua missione quinquennale, diretta all'esplorazione di strani, nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare là dove nessun uomo è mai giunto prima. »
La missione quinquennStar Trek è durata dieci volte di più — e non sembra arrestarsi — di quanto diceva la frase di apertura della serie.
ale di
La serie originale fu ideata nel 1964, e prodotta dal 1966. Il primo episodio fu trasmesso negli USA l’8 settembre 1966, con l’episodio The man Trap (“Trappola umana”, 15 settembre 1981 in Italia). Ma gli americani dovettero aspettare il 1988 prima di poter vedere l’episodio pilota, The Cage (“Lo zoo di Talos”, 2 dicembre 2003 in Italia).
Il 22 settembre 1966 (17 settembre 1981 in Italia) fu trasmesso il secondo episodio pilota, Where No Man Has Gone Before (“Oltre la galassia”).
Come potete notare, passarono 15 anni prima che la serie arrivasse in Italia, e nel frattempo il capitano dell’Enterprise, James T. Kirk (interpretato da William Shatner), l’ufficiale scientifico Spock (il vulcaniano interpretato da Leonard Nimoy) e l’ufficiale Leonard McCoy “Bones” (DeForest Kelley), avevano già girato gran parte dello Spazio. Per comunicare nello Spazio e dallo Spazio, si avvalsero dell’aiuto dell’ufficiale alle comunicazioni, Uhura (Nichelle Nichols).
La serie arrivò in Italia due anni dopo l’uscita del primo film, Star Trek: The Motion Picture (o più semplicemente Star Trek). In totale, fino questo momento, sono stati girati 13 film ufficiali, tutti.
Poiché siamo nel 2016, Universal (che detiene i diritti della saga), annuncia che dal prossimo 28 settembre (con un ritardo di 20 giorni), sarà disponibile uno speciale cofanetto contenente tutti i film precedenti al reboot del 2009, gli episodi della serie classica, una spilletta esclusiva, un Bonus Disc con un documentario inedito, la serie animato e altro. Il cofanetto costa quasi 140 €, ma in fase di prenotazione si può ottenere per 105,65 €.
Amazon ha preparato un cofanetto aggiuntivo, contenente i primi 3 film del reboot e la prenotazione del quarto, Beyond, al costo totale di poco più di 150 €. Se volete acquistare tutto il pacchetto, cliccate qui, e scendete alla sezione “Spesso comprati insieme”. In alternativa, se desiderate la versione HD3D, potete ordinare Beyond 3D da qui (contiene anche l’edizione 2D), rinunciando allo Steelbook. Similmente, se desiderate la versione 3D di Into Darkness, cliccate qui (è presente anche l’edizione 2D). Gli altri due episodi sono 2D, pertanto valutate se acquistare il cofanetto e ritrovarvi con il terzo film in versione 2D doppia oppure fare l’acquisto separato, rinunciando al cofanetto.
Il cofanetto contiene Blu-ray Disc.

Le offerte di oggi su Amazon!

Ecco di nuovo una rubrica dedicata alle offerte a tempo che possiamo trovare oggi su Amazon, ovviamente tutte inerenti l'informatica e la tecnologia.



Il primo articolo è il seguente:




Cuffie bluetooth con supporto a Micro SD fino a 32 gb con Radio FM. Supporto alla versione 4.1 del Bluetooth, impedenza di 16Ω

Prezzo originario: € 59,99
Prezzo attuale: € 27,99












Memorie RAM DDR4 da 8 GB (4x2), velocita a partire da 3000 MT/s

Prezzo originario: € 60,99
Prezzo attuale: € 39,99











Kit di apprendimento per ARDUINO AVR, pannello LCD incluso con tutorial completo per muovere i primi passi nel mondo di Arduino

Prezzo attuale: € 43,99

lunedì 22 agosto 2016

Attenzione: BitCoin avverte possibilità di hacking

BitCoin, la famosa piattaforma che permette un metodo di pagamento alternativo, "moneta" virtuale molto utilizzata, purtroppo, nei casi di infezioni ransomware e simili.


Tramite il sito ufficiale notifica la possibilità per il quale la prossima release di BitCoin, ovvero la 0.13.0, possa esser hackerata e quindi manomessa, esponendo l'utente ignaro a gravi problemi di sicurezza.

Se fate uso di questo servizio, assicuratevi di scaricare la versione corretta e controlla la firma digitale che dev'essere la seguente:

01EA5486DE18A882D4C2684590C8019E36C2E964


Da scaricare anche tramite più fonti(disponibili qui: gitian signatures repository), in maniera da confrontarne la firma digitale. 

Questo problema non influisce su utenti privati che usano bitcoin per i propri acquisti, ma solo per gli utenti che creano o hanno creato (e devono aggiornare) il proprio full-node BitCoin e gli utenti maggiormente a rischio risultano esser quelli cinesi. 

Fonte: 0.13.0 Binary Safety Warning

Anniversary Update crea problemi alle webcam

Da qualche tempo è stato rilasciato l'anniversary update di Microsoft per Windows 10, molti si lamentano che dopo l'aggiornamento la propria webcam ha smesso di funzionare, anche se risultante compatibile con Windows 10.


Il motivo è presto detto, infatti l'anniversary update introduce un nuovo concetto di lavoro riguardante le webcam: finora eravamo abituati all'uso esclusivo della periferica con una determinata applicazione, come ad esempio Skype, cosa che impediva alla stessa di esser utilizzata con altre applicazioni.

Con l'AU di Windows 10 il discorso cambia, è stato introdotto un nuovo servizio chiamato Windows Camera Frame Server (Servizio di fotogrammi fotocamera Windows) il quale si interpone tra la periferica stessa ed il programma, rendendo così possibile l'interazione di più app simultaneamente eliminando così l'accesso esclusivo e diretto.

Ora, dove sorge il problema? Ebbene, questo servizio accetta solo dati NON compressi, cosa che potrebbe non sembrare un problema ma è doveroso, per capire meglio la questione, analizzare le dinamiche in gioco:

la maggior parte delle webcam in commercio sono USB 2.0, la quale larghezza di banda massima è di 480 Mb/s, cosa che rende necessaria la compressione dei dati per trasferimento di immagini/video con alte risoluzioni, come FULL HD (1920x1080) e questo comporta la non possibilità di comunicare correttamente con il servizio fotogrammi fotocamera di Windows. Il problema si manifesta SOLO con la versione 1607 o AU di Windows 10 e solo in presenza di alte risoluzioni in periferiche USB 2.0.

Microsoft sta attualmente lavorando ad un fix che verrà rilasciato prima tramite il programma Windows Insider, vista la complessità del problema e le periferiche coinvolte.

Aggiornamento: sembra ci sia un workaround per il problema tramite una modifica al registro (consigliata solo per utenti esperti)

Rafael Rivera su Twitter

Secondo l'utente postato sopra bisogna modificare il valore DWORD "EnableFrameServerMode" al percorso HKLM\SOFTWARE\WOW6432Node\Microsoft\Windows Media Foundation\Platform e impostarlo su Valore 0

Al termine riavviare il sistema

Facendo questo si disattiva questa nuova funzionalità di windows, in attesa di un fix ufficiale da parte di Microsoft.

Avviso L'errata modifica del Registro di sistema tramite l'editor o un altro metodo può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non è in grado di garantire la soluzione di problemi derivanti dall'errato utilizzo dell'editor del Registro di sistema. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente. Prima di procedere a modifiche del registro si consiglia di effettuare un salvataggio delle chiavi interessate, come indicato in:Come eseguire il backup e il ripristino del Registro di sistema in Windows

In arrivo FIX per risoluzione problema consumo energetico Surface Pro 3

Quanti post nella community inglese (e italiana) di utenti che lamentano problemi di consumo energetico nel proprio Surface Pro 3: alcune volte si trattava di app attive in background che consumavano parecchie risorse altre volte invece non si riusciva a venirne a capo.



Ebbene, com'è possibile evincere da questo post inerente il problema e seguito direttamente da personale Microsoft, il team di Windows sta lavorando ad un fix il quale sarà rilasciato prossimamente.

Surface Pro 3 battery degradation - Microsoft Community

Un'ottima notizia per i possessori del convertibile 2 in 1 top di gamma di Microsoft! Se ci saranno altre novità aggiorneremo prontamente questo post.

giovedì 18 agosto 2016

Canon regala un IPAD

Manca soltanto una settimana al termine dell’iniziativa che permette di ricevere un IPAD in regalo, acquistando una reflex della serie Canon EOS. L’iniziativa è iniziata il 6 giugno e terminerà il 27 agosto 2016. Se per caso avete acquistato o avete ricevuto in regalo una reflex, potete usufruire dell’iniziativa.
Quali reflex appartengono all’iniziativa? Ecco la lista:
EOS 7D Mark ii
EOS 5D Mark III
EOS 5DS
EOS 5DS R

Qui trovate il regolamento.

martedì 9 agosto 2016

TIM regala un mese di telefonate

TIM sta inviando ad alcuni clienti il seguente SMS:
In REGALO da TIM un mese di MINUTI ILLIMITATI verso tutti, poi si disattiva automaticamente. Per riceverlo rispondi subito SI a questo SMS

L’attivazione è gratuita, e non comporta costi aggiuntivi al termine del mese per attivare qualche servizio. Il consiglio, pertanto, è di rispondere SI, e usufruire di questo regalo estivo.
Comunque, una volta attivato, si scopre che i minuti non sono realmente illimitati, poiché si ottengono 10.000 minuti di chiamate (un totale di circa 7 giorni, ossia quasi 168 ore!). La durata è di 30 giorni. TIM precisa, però, che durante questo periodo il credito della TIM Card non deve mai raggiungere la soglia di zero Euro.

Se non doveste ricevere lo SMS, provate a visitare la pagina ufficiale dell’offerta.

Segnaliamo, inoltre, che oggi 9 agosto e domani 10 agosto, fino le ore 23:59, ricaricando con carta di credito tramite l’App MyTIM Mobile almeno 25 €, si avrà diritto a un omaggio di 5 € alla successiva ricarica, da fare entro la data indicata in uno SMS di risposta. Normalmente, il limite della seconda ricarica è di 48 ore oppure 30 giorni dalla prima. I 5 € saranno conteggiati nel totale del credito entro 48 ore della seconda ricarica.

giovedì 4 agosto 2016

Nuova ondata di false app su Google Play. Stavolta nel mirino c’è Prisma, il popolare programma per l’editing delle foto -Analisi Eset-

Eset ci informa di una minaccia riguardante il mondo Android, cosa già segnalata numerose volte in questo blog, questa volta i ricercatori Eset hanno individuato su Google Play finte app Prisma di diversi tipi, alcune delle quali contenevano pericolosi Trojan Downloader in grado di inviare le informazioni del dispositivo a un server di comando e controllo, sottraendo informazioni riservate dell’utente. Dopo la segnalazione di ESET, il team di sicurezza di Google Play ha prontamente rimosso dallo store ufficiale di Android le false applicazioni, che avevano però già raggiunto oltre un milione e mezzo di download da parte degli utenti.




La maggior parte delle false app Prisma che sono state trovate su Google Play non avevano funzionalità per modificare le foto, ma erano in grado solamente di mostrare pubblicità o proporre falsi sondaggi che inducevano l’utente a fornire le proprie informazioni personali o ad abbonarsi a falsi e costosi servizi SMS. Le app false di Prisma più pericolose erano invece dei Trojan Downloader, identificati da ESET come Android/TrojanDownloader.Agent.GY, che lavoravano dietro le quinte nascondendo le loro icone sul dispositivo, con l’intento di inviare le informazioni del dispositivo a un server di comando e controllo e su richiesta, scaricare moduli aggiuntivi ed eseguirli. 



Dato il successo ottenuto da Prisma sulla piattaforma iOS, era prevedibile che questa app sarebbe stata particolarmente attesa dagli utenti di Android. Un piatto appetitoso quindi per i criminali informatici che, sfruttando l’entusiasmo degli utenti, hanno immesso su Google Store le false app di Prisma utilizzando icone, nomi e immagini simili all’app originale, oltre che false recensioni, prima del rilascio ufficiale dell’app per i dispositivi Android. 

Lo stesso è successo poco tempo fa con le false app di Pokemon Go e di GTA 5, oltre che di My Talking Angela, Dubsmash e Subway Surfers, che sono state precedute da imitazioni che contenevano dei porn clicker.

Tentare di scaricare un’app famosa prima che venga rilasciata ufficialmente è quindi una pessima idea, in quanto la probabilità di scaricare un’app originale è davvero minima, mentre il rischio di scaricarne un’imitazione pericolosa è altissimo. E questo è vero persino effettuando il download da Google Play, pur con tutti i meccanismi di sicurezza messi in campo da Google.
Gli esperti di ESET ricordano le regole di base per scaricare le applicazioni evitando di incappare nella trappola dei cyber criminali:

  • Scaricare solamente da fonti attendibili
  • Controllare le recensioni degli utenti e concentrarsi sui commenti negativi, tenendo a mente che quelli positivi potrebbero essere stati creati ad hoc
  • Leggere i termini e le condizioni dell’app, concentrandosi in particolare sui permessi richiesti
  • Utilizzare una soluzione di sicurezza mobile efficace
Nel caso poi si tratti di una app molto attesa, è importante verificare attentamente il nome dell’app e quello dello sviluppatore, che devono corrispondere esattamente a quelle originali.
Per ulteriori informazioni sull’argomento è possibile visitare il blog Welivesecurity di Eset al 
seguente link:
 
http://www.welivesecurity.com/2016/08/03/fake-prisma-apps-found-google-play/

mercoledì 3 agosto 2016

Completate le riprese di “Star Wars: Episodio VIII”

Il regista Rian Johnson ha annunciato, tramite Twitter, di aver terminato le riprese del nuovo Episodio di Star Wars, l’VIII.

Comunque, nei Cinema arriverà soltanto nel dicembre 2017. Le riprese erano iniziate la scorsa primavera.

Nel frattempo, ricordiamo che quest’anno, sempre a dicembre, arriverà il primo episodio della nuova Trilogia Rogue One. Inoltre, entro fine agosto dovrebbe uscire il Blu-Ray di Star Wars: Episodio VII — Il risveglio della Forza 3D.
Un’altra novità, tutta italiana, anzi veneta, è Star Mal — L’infortunio dello Jedi, la parodia che sarà trasmessa oggi mercoledì 3 agosto 2016 su EDEN TV Canale 86 alle 21:00. Ecco un’anteprima:

Windows 10 Anniversary Update: Guida, novità e soluzioni

Dalla giornata di ieri è disponibile il tanto atteso aggiornamento di Windows 10, denominato Anniversary Update, il quale promette di implementare moltissime migliorie sia estetiche che funzionali al sistema operativo Microsoft. 

Il rilascio è avvenuto per PC, XBOX One, Tablet e successivamente (nella prossima settimana) avverrà il rilascio per i dispositivi Mobili nativi con Windows 10 o ufficialmente supportati dall'aggiornamento.



Le novità introdotte

Questo importante aggiornamento introduce moltissime novità, molte delle quali basate sui feedback dati dagli utenti tramite il programma Windows Insider; le novità principali sono le seguenti:
  • aggiunta pulsante fotocamera virtuale schermata di blocco
  • aggiunta pulsanti fissi controllo musica schermata di blocco
  • rimossa l'integrazione di Skype dall'app Messaggi 
  • introduzione della nuova UWP di Skype 
  • introduzione delle notifiche interattive per Skype permettendo di rispondere ai messaggi direttamente dalla barra notifiche
  • introduzione dell'avviso Connessione in corso in caso di perdita segnale in Skype
  • introduzione nuovo pulsante di riconoscimento musica in Cortana
  • indicando Cortana Ricordami l'assistente vocale creerà una nuova nota di promemoria
  • possibilità di ricevere le notifiche dello Smartphone direttamente su PC
  • aggiunta la traduzione simultanea in italiano
  • notifiche ed avvisi critici saranno sincronizzati tra Windows 10 e Windows 10 Mobile o Android
  • saranno visualizzate le notifiche di MS Edge 
  • migliorato sostanzialmente Windows Store, sia come interfaccia che funzionalità 
  • miglioramenti sostanziali a MS Edge, ottimizzazione batteria migliorata, supporto componenti aggiuntivi (scaricabili da Windows Store) e compatibilità CSS/HTML5 migliorata
  • aggiunte 52 mila nuove emoticons, incluso NinjaCat

Una ulteriore aggiunta, molto interessante, riguarda la presenza di Antivirus di terze parti: infatti vi è la possibilità di attivare l'Analisi Periodica Limitata (come da immagine), ovvero anche in presenza di un altro antivirus, verrà eseguita una scansione periodicamente del sistema, notificando la presenza di eventuali malware o virus, questo grazie ai centri di ricerca Malware di Microsoft. La voce è raggiungibile da Impostazioni - Aggiornamento e Sicurezza - Windows Defender

Di seguito un video prodotto da Microsoft riguardante le novità dell'Anniversary Update



Come ottenere l'aggiornamento 



Vi sono vari metodi per ottenerlo, il primo metodo è tramite Windows Update raggiungibile da Impostazioni > Aggiornamento e Sicurezza > Windows Update; basterà iniziare la ricerca degli aggiornamenti ed il download/installazione avverrà in automatico.
Il secondo metodo è tramite lo strumento Media Creation Tool disponibile da Microsoft  il quale scaricherà l'aggiornamento, dopo l'avvio sarà necessario premere la voce  Aggiorna Ora >Accettare il contratto di licenza > quindi scegliere di Mantenere TUTTO (File e App). 
Consultare questo articolo wiki per la procedura completa: Reinstallazione IN PLACE di Windows 10 - Microsoft Community
Il terzo metodo, per chi ha l'abbonamento MSDN, è di scaricare la ISO aggiornata e procedere manualmente all'aggiornamento.


PRIMA di tutto questo è SEMPRE consigliabile eseguire un backup/salvataggio dei propri dati in un disco esterno: per fare questo seguire il seguente articolo wiki dedicato alla creazione di un immagine in Windows 10:  Come creare un immagine di sistema in Windows 10




Sono stati modificati, in aggiunta, i requisiti minimi di Windows, i quali sono:
  • RAM 2 GB o maggiore
  • CPU da 1 GHz 
  • 16 Gb di spazio disponibile per versioni a 32 bit e 20 Gb per versioni a 64 bit
  • Risoluzione almeno 800x600 o 1024x600

Controllare prima i requisiti, altrimenti potremmo incappare nell'errore 0xC1900200 – 0x20008 o 0xC1900202 – 0x20008



Problemi durante installazione 

Prima di verificare i problemi, posta la procedura standard da eseguire in caso di problemi:


Procedura generalizzata in caso di problemi

  1. Avviare il sistema applicando un avvio pulito: Guida per Windows 8/8.1 Guida per Windows 7
  2. Disabilitare periferiche USB non necessarie (come lettori di memory card o smart card) che troviamo in questo percorso WIN + X > gestione dispositivi
  3. In caso di aggiornamenti tramite Windows Update, al termine del download, disabilitare la scheda WIFI e LAN: Centro connessioni di rete e condivisione > Modifica Impostazioni Scheda > disabilitarle entrambi 
  4. In caso di aggiornamento tramite ISO o Media Creation, durante il setup (e dopo il download) disabilitare la scheda WIFI e LAN
  5. Disconnettere tutti i dispositivi USB connessi, come modem, chiavette, stampanti ecc

In caso di problemi nell'accesso utente procedere come segue:

Problemi di Accesso Utente a Windows 10

in questo caso è opportuno premere il pulsante SHIFT, tenendolo premuto clicchiamo sull'icona Spegni il Computer, riavvia il sistema. 
Continuiamo a tener premuto finché non appaiono gli strumenti di ripristino avanzati
Ora scegliere: Risoluzione dei Problemi > Opzioni Avanzate > Impostazioni di Avvio > scegliere Riavvia > ora premere il pulsante 4 per avviare in Modalità Provvisoria > Accediamo al nostro account > WIN + X > scegliere Gestione Dispositivi > estendere la voce Scheda Video > quindi rimuovere il driver video esistente. Riavviare

Possono sorgere, com'è normale, dei problemi durante l'installazione dell'aggiornamento, questi possono essere:


Errore: Impossibile completare l'aggiornamento oppure Errore: impossibile configurare l'aggiornamento, Annullamento modifiche in corso


Soluzione:
Eseguire un reset ai componenti di Windows Update seguendo la guida del collega MVP Franco Leuzzi (Ripristino di Windows Update Windows Vista - 7 - 8.1 e 10 - Microsoft Community), quindi verificare che non vi siano aggiornamenti non installati o falliti PRIMA dell'anniversary update. In alcuni casi spegnere il pc, staccare batteria e cavo di alimentazione lasciandolo per qualche minuto (5-10 minuti) può risolvere il problema.

Errore: 0x80070057


Fabio_Co Moderatore MS ha postato questa soluzione:

Aprire Blocco note e digitare il seguente comando e salvarlo come .reg


Windows Registry Editor Version 5.00 
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\WindowsUpdate\UX]"IsConvergedUpdateStackEnabled"=dword:00000000 
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\WindowsUpdate\UX\Settings]"UxOption"=dword:00000000

fare doppio clic sul file reg creato nel passaggio 1  per unire le modifiche della chiave del registro di Sistema quindi provare a installare nuovamente l'aggiornamento da Windows Update.

Altrimenti un'altra soluzione è questa, fornita da un utente in un thread dedicato al problema nella Community italiana:
Ho risolto semplicemente mettendo in modalità aereo il pc quando arriva al 100% della verifica del software. Quando poi arriva al 2% dell'installazione si aspettano due minuti circa e si toglie la modalità aereo. Così poi nessun problema e l'aggiornamento è riuscito.


Errore: 0x800F0922 oppure 0xc1900104


Applicare un avvio pulito al sistema rimuovendo eventuali software antivirus di terze parti presenti, controllando che non siano attive VPN, nel caso disattiviamole e ripetiamo l'aggiornamento. Inoltre il problema può esser causato da una scorretta dimensione della partizione riservata al sistema, modificabile tramite software di terze parti: in questi casi richiedere supporto nella Microsoft Community 

Errore: 0x80200056


Errore comune dovuto ad un riavvio accidentale del dispositivo, ripetere l'aggiornamento 

Errore: 0x80070070 – 0x50011 - 0x80070070 – 0x50012 - 0x80070070 – 0x60000


Errori comuni dovuti al non sufficiente spazio su disco, procedere con l'eliminazione di app non utili ed alla pulizia dei file temporanei tramite lo strumento cleanmgr (WIN + R > digita cleanmgr). Altrimenti possiamo collegare una chiavetta o un hard disk esterno con sufficiente spazio libero, che verrà usato da Windows durante l'installazione

Errore: 0xC1900208 – 0x4000C


Applicare un avvio pulito al sistema rimuovendo eventuali software antivirus di terze parti presenti, errore dovuto all'interferenza di un software antivirus di terze parti durante l'aggiornamento. 


Errore: 0x800705b4


In presenza di questo errore è opportuno procedere all'installazione utilizzando lo strumento Media Creation Tool di Microsoft

Errore: Assistente Cortana sparito


In attesa di un fix ufficiale da parte di Microsoft, un utente ha postato in un thread della MS Community  una soluzione trovata online, ovvero:

di seguito gli step:
1. premi la combinazione di tasti Windows+R e scrivi regedit (se ti chiede i permessi di amministratore clicca si)2. Naviga tra le varie chiavi di registro fino a:  HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Search3. cambia il valore della chiave BingSearchEnabled da 0 a 1
riavvia il pc. Per me Cortana ha ripreso a funzionare.




Errore: dopo l'aggiornamento impossibilità ad installare le estensioni di Microsoft EDGE


Di questo errore se ne parla nella community americana, una possibile soluzione fornita è quella di rimuovere le estensioni da Impostazioni > Sistema > App e Funzionalità, quindi ripetere l'operazione di installazione

Problemi in attesa di rilascio FIX da parte di Microsoft:
  • Cortana scompare dopo l'aggiornamento

  • Windows Store si chiude automaticamente dopo l'aggiornamento, cosa che avviene anche con altre app come Twitter, Netflix e Reddit. 


PRIMA di tutto questo è SEMPRE consigliabile eseguire un backup/salvataggio dei propri dati in un disco esterno